Lo stacco di potenza da terra che aveva Vincenzo era superiore!

Avevo parlato in quel modo con Carraro e con Pescante perché lo stacco di potenza da terra che aveva Vincenzo era superiore a quello di chiunque altro. Con i bilancieri, in allenamento, aveva prestazioni incredibili, calcolando anche la sua struttura fisica. Riusciva a sollevare un avversario da terra e a proiettarlo con una facilità quasi irrisoria, da sembrare addirittura naturale, nonostante tutto l’allenamento e i sacrifici che c’erano dietro. Questi erano i colpi che portavano maggiore punteggio, perciò azzardai a dire che Maenza aveva vinto dopo appena un minuto e mezzo.

(tratto da Cuore di Pollicno di Andrea Bacci, Limina editore)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [LinkedIn] [MySpace] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Top! Creato da danilovaccalluzzo.it.
Social Links:
FACEBOOK
YOUTUBE