L’organizzazione perfetta di Los Angeles

A Los Angeles l’organizzazione era perfetta ma, come al solito, non ho potuto godermi la vita del villaggio. Non posso raccontare molto, ricordo pochissimo, perché quando mettevo piede nel villaggio olimpico io avevo i miei problemi, terminare di calare di peso, mantenere la concentrazione. Andavo in palestra e facevo la sauna. Non avevo nemmeno il tempo di fare come altri sportivi, che invece uscivano passavano il tempo in giro a parlare con questo e con quest’altro. Sarebbe piaciuto anche a me, ma io avevo preoccupazioni che altri sportivi non avevano.

(tratto da Cuore di Pollicno di Andrea Bacci, Limina editore)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [LinkedIn] [MySpace] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Top! Creato da danilovaccalluzzo.it.
Social Links:
FACEBOOK
YOUTUBE