Sto Markus Scherer io un po’ lo temevo

La finale con sto Markus Scherer io un po’ la temevo, perché a un torneo dopo gli Europei, due mesi prima di Los Angeles, mi aveva battuto. Era un atleta di grande valore, molto bravo, forte anche fisicamente. Sì, dire che lo temevo è la parola giusta. Romanacci e Gurov mi sono stati molto vicini, mi hanno tranquillizzato. Comunque sia, ero tranquillo e sicuro dei miei mezzi.

(tratto da Cuore di Pollicno di Andrea Bacci, Limina editore)

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [LinkedIn] [MySpace] [Twitter] [Windows Live] [Email]
Top! Creato da danilovaccalluzzo.it.
Social Links:
FACEBOOK
YOUTUBE