Chi sono

Vincenzo Maenza (Imola, 2 maggio 1962) è un ex lottatore italiano, pluricampione olimpico.
Specialista della lotta greco-romana, iniziò a gareggiare a tredici anni e a sedici già faceva parte della nazionale maggiore. Prese parte a quattro edizioni dei Giochi olimpici, vincendo due medaglie d’oro (Los Angeles 1984 e Seoul 1988) e una d’argento a Barcellona nel 1992.
Soprannominato “Pollicino” per la bassa statura, ottenne inoltre due medaglie d’argento ai campionati mondiali (a Colorado Springs nel 1980 e a Clermont-Ferrand nel 1989) e si laureò campione europeo nel 1987 a Tampere (nella categoria 48 kg). Conquistò sei titoli italiani nella categoria dei 48 kg e sette in quella dei 52 kg. Trionfò anche ai Giochi del Mediterraneo del 1987 in Siria (bronzo nel 1991 ad Atene) e ai mondiali militari. Nel 1994, dopo essersi infortunato gravemente al ginocchio procurandosi una lesione del legamento, decise di chiudere la carriera.
Attualmente svolge il ruolo di allenatore della squadra nazionale giovanile di lotta greco-romana e fa corsi di preparazione per la difesa nella fasi di lotta a terra in tutte le disciplina di arti marziali.

[del.icio.us] [Digg] [Facebook] [LinkedIn] [MySpace] [Twitter] [Windows Live] [Email]
5 Commenti:
COSTANTINO ha scritto:

caro Vincenzo,
mi permetto di darti del tu perche’ sono un tuo quasi coetaneo (ho 42 anni) e ricordo di aver mosso i miei primi passi sul tappeto della lotta greco-romana a 13 anni. ricordo perfettamente tutti i tuoi incontri olimpici a partire da los angeles 1984 vissuti alle 4 del mattino in tv quando rimettevo la sveglia per riuscire a seguirti (all’epoca in quel periodo si era a casa da scuola per le vacanze estive). oggi ho scoperto per caso il tuo sito navigando su internet. Pensando alle imminenti olimpiadi di londra mi sono chiesto cosa facesse oggi un grande campione come te (che non ho mai dimenticato!) che tanto ha donato allo sport italiano.
Ho deciso di scriverti per dirti grazie per i titoli che hai regalato all’italia e per le grandi emozioni che mi hai regalato in quegli anni!!!di tempo ne e’ passato ma il ricordo e’ ancora vivissimo, cosi’ come quella straordinaria “fuga” dalla posizione di greca in una finale stravinta meritatamente.
il mio cammino nella lotta greco romana e’ stato abbastanza breve, puro dilettantismo e passione. nella vita sono un medico e lavoro all’ospedale maggiore di verona. mi piacerebbe molto un giorno poterti incontrare per abbracciarti e dirti grazie per la tua generosita’ e signorilita’ dimostrata nello sport.
l’unica attivita’ sportiva che pratico oggi,purtroppo (!), e’ qualche partita di calcio di beneficenza con gli amici ex calciatori del verona (anche loro come te, ex atleti, ma campioni veri e gentiluomini dello sport!
spero di conoscerti in giorno
Costantino Caroselli

vincenzo maenza ha scritto:

Gentilissimo Costantino
ti ringrazio sentitamente per la tua presente con questi preziosi elogi che mi inorgogliscono per averti regalato delle importanti soddisfazioni sportive.
Si evince dal tuo scritto che sei un appassionato di calcio,ritagliando dei tuoi momenti di vita per praticarlo e soprattutto con un risvolto di beneficenza.
Colgo questa occasione per informarti che anche io sono un sostenitore del calcio giocato,infatti ho una Associazione che riunisce gli sportivi :la NICO – NAZIONALE ITALIANA CALCIO OLIMPIONICI, http://www.campioniolimpionici.it ,di cui sono il Presidente Nazionale e con cui disputiamo Partite del Cuore a fronte di un piccolo rimborso spese.
Collaboro ormai da tempo per queste iniziative calcistiche con la Nazionale Italiana Amici Canale 5 – Gli Angeli della TV,composta dai Ragazzi di Amici di Maria de Filippi.
Quindi,quale questa,come migliore occasione,per organizzare insieme una Partita del Cuore a Verona,fra noi “Amici”e voi “Gli Amici Ex Calciatori del Verona.
Aspettando tue
Felice di avere avuto questa tua presente come attestato di stima e amicizia,ti porgo cordialmente distinti saluti e ringraziamenti per tutto.

IN FEDE
VINCENZO MAENZA
3356091699

pratico diverse arti marziali krav-maga,jkd,kali filippino,mma. volevo chiederti se la lotta g.romana,e quella libera sono efficaci come difesa in strada per le prese,tenendo il baricentro basso.grazie,per la collaborazione!

Giorgio Kume ha scritto:

Ciao Paolo volevo dirti che qualsiasi tipo di arti marziali tu possa aver imparato se le hai imparate solo per la difesa in strada hai solo sprecato tempo anche perche usare una qualsiasi arte per zuffe sul mrciapiede e solo un insulto alla disciplina delle arti marziali.

alberto ha scritto:

Salve volevo sapere se può praticare lotta greco romana a livello amatoriale chi ha problemi di artrosi cervicale e se organizzate stage in Campania

Top! Creato da danilovaccalluzzo.it.
Social Links:
FACEBOOK
YOUTUBE